Campione italiano di kick boxing

Autore: erika - Categoria: News - Tags: , ,

Articolo tratto da S. Giovanni informa agosto 2007

Di Matteo Campione Italiano di Kick Boxing da S.Giovanni Informa  agosto 1997x

Davide Di Matteo si conferma campione italiano di Kick Boxing. Marignanese abita in Via Isonzo a S. Giovanni in Marignano, a Morciano nell’ambito della Fiera di S. Gregorio si è confermato Campione Italiano Dilettanti. Nella sfida tutta romagnola  Kick Boxing, il Campione Italiano Dilettanti Davide Di Matteo (Valconca) ha respinto ai punti l’assalto al titolo dello sfidante Giordano Battistini (Pro Fighting Rimini) nel corso di un match in cui il campione meglio impostato pugilisticamente, ha portato, seppure involontariamente, alcuni colpi scorretti alla regione inguinale del rivale che possono aver pesato sull’esito finale dell’incontro. Si allena al centro di addestramento per sport a Osteria Nuova di Montecolombo, presso l’Accademia Pugilistica Valconca. (Corriere di Rimini)
Complimentandoci per l’ottimo risultato ottenuto, auguriamo a Davide sempre maggiori trionfi.

Amato in nazionale

Autore: erika - Categoria: News - Tags: , ,

Articolo tratto dalla Gazzetta dello Sport, anno 1992

 Amato convocato in Nazionale anno 1992x

 RIMINI-   Daniele Amato, campione d’Italia dei pesi medi Novizi B, è stato convocato in Nazionale per l’incontro con l’Inghilterra. Il giovane atleta dell’Accademia Pugilistica Valconca e il suo istruttore Riccardo Maestri dovranno presentarsi sabato 25 gennaio presso l’Hotel Panda di Santa Maria degli Angeli (Assisi) per l’inizio della preparazione all’incontro internazionale che avrà luogo a Londra il 2 febbraio. Per il giovane atleta della di San Savino è una bella soddisfazione che va ad aggiungersi a quella ben più grande del titolo tricolore conquistato sul ring di Torre Pedrera nel novembre ’91. Convocato in azzurro anche il forlivese Mengozzi. Anche per l’altro pugile dell’Accademia, Alessandro Bertuccioli, campione d’Italia dei Piuma Novizi B, non dovrebbe tardare la convocazione in azzurro. Nel quadro dell’attività internazionale promossa dalla Federboxe, la presenza dei pugili romagnoli dà nuovi significati a uno sport che trova in Bruno Boari il dirigente federale più sensibile e lungimirante del boxing italiano.

Palma sferza gli avversari: doppio successo negli Esordienti.

Autore: erika - Categoria: News - Tags: ,

Articolo tratto da La Voce del 22/03/2006

Torneo Esordienti Palma 22 mar 2006x

RIMINI – L’ Accademia Pugilistica Valconca torna a mietere successi in ambito giovanile, a dimostrazione della bontà della scuola del tecnico federale Rico Maestri. 
L’ultimo importante alloro è stato conquistato dal giovane Alessandro Palma che domenica scorsa a Colle Val D’Elsa si è aggiudicato il torneo per la categoria esordienti Centro-Nord Italia. Il giovane pugile di Mulazzano di Coriano, nella prima gionata ha kesso ko il russo Aghishev, molto alto, Palma ha accorciato le distanze lo ha martellato con colpi micidiali. Aghishev è stato contato alla seconda riprsa, ma è riuscito a rimanere in piedi fino alla fine. Sacrosanta la vittoria di Palma ai punti.

Urbinati, 6 round da guerriero.

Autore: erika - Categoria: News - Tags: , , ,

Articolo tratto da La voce 20/03/2002

Urbinati. Sei round da guerriero,da La Voce 20.03.2002x

RIMINI -  Era visibilmente soddisfatta Catia Serafini, presidente dell’ Accademia Pugilistica Valconca, che insieme al suo staff ha organizzato perfettamente l’annuale riunione di boxe, uno degli appuntamenti più attesi nell’ambito della Fiera di San Gregorio. Il tendone della Fiera era gremitissimo di gente, così come erano importanti gli ospiti a bordo ring. C’erano campioni del passato come Maurizio Stecca, Valerio Nati, Gianfranco Rosi, Patrizio Sumbu Kalambai e del presente, come il campione d’Italia dei pesi piuma Servirei. Ma veniamo alla riunione: l’attesa era tutta per il mediomassimo riminese Marco Urbinati alla sua seconda uscita da professionista. Si confrontava col ceco Josef Sovius ed i pugili non hanno tradito le attese dando vita a sei riprese passate tutto d’un fiato. (…) La vittoria di Urbinati ai punti è stata netta e ora che ha rotto il ghiaccio si spera che continui con questa convinzione nei propri mezzi, che sono enormi.

Anche Francesco Basile ha regolato ai punti lo slovacco Marian Misun. Il match tra i due medi di prima serie è stato pulito, molto tecnico, su questo terreno Basile va  a nozze. (…)

Spettacolare il confronto tra il mediomassimo di casa Domenico Vergari e lo slovacco Martin Pobis. Ha vinto ai punti nettamente Vergari, bravo ad accorciare le distanze avendo di fronte un avversario molto più alto di lui. Verdetto pari invece nei superleggeri tra Luca De Marco e lo slovacco Radek Farkas. (….)

Doveva svolgersi anche l’incontro per il titolo italiano tra il detentore Davide Ceccaroni, dell’Accademia, contro Matteo Luppi, della Boxing Imola, ebbene è successo che durante la preparazione al match della canfora è entrata negli occhi dello sfidante. L’infortunio ha fatto saltare il match tra la costernazione di Ceccaroni. Pensate che il ragazzo pur di salire sul ring aveva proposto al team avversario che si sarebbe bendato un occhio. Così si sarebbero stati pari. Ma non c’è stato niente da fare.

Valconca: là dove la boxe è uno stile di vita

Autore: erika - Categoria: News - Tags: , , , , , ,

Articolo tratto dal mensile Boxering mese di Agosto 2003

Valconca là dove la boxe è uno stile di vita 01.07.2003 

MONTECOLOMBO 01.07.2003. La valle. Un luogo a volte lontano dal nostro quotidiano, dove la natura ancora regna quasi indisturbata, dove spesso i destini, l’anima, dei suoi abitanti sono diversi dagli altri. Cosi è anche l’universo della Valconca (La Vallebruna degli antichi) un lembo di Romagna, terra di confine incastonata tra le colline che da Cattolica si adagiano fino alle porte delle Marche. (….)

Qui il pugilato è attivo, ha guadagnato valori sportivi e umani, a questo sport spesso si è demandato il compito di traghettare il giovane nel continente degli adulti. Sinonimo della “noble art” nella Valle è l’ Accademia Pugilistica Valconca nata nel 1989 presso la parrocchia del Comune di Montecolombo quando due uomini (Don Antonio Fabbri) e Riccardo Maestri scoprirono di avere scopi comuni nell’educazione dei giovani. I risultati furono immediati. Si rivelarono pugili di buon livello Bertuccioli, Amato, Monticelli, Basile, Di Matteo, Zangheri, Foschi fino ad arrivare ad Urbinati oggi ottimo e promettente professionista che sogna di disputare il titolo nazionale dei mediomassimi tra la sua gente. Nel 1994 Don Tonino è destinato ad un importante incarico alla Curia di Rimini e la palestra di Maestri è costretta a cambiare sede.

L’amministrazione comunale assegna alla Valconca uno stabile in località di Osteria Nuova di Montecolombo che è ovviamente da riadattare e da trasformare in luogo ad uso sportivo. Maestri ed i suoi ragazzi si rimboccano le maniche, lavorano di buona lena, fino a fare diventare oggi quel locale un vero punto di riferimento sportivo per tutta la vallata. All’ Accademia Pugilistica Valconca si praticano, potenziamento muscolare, Body building, arti marziali, ginnastica formativa, pre-boxe, soft boxe amatoriale, un microcosmo dove l’ingresso è libero per ogni età.

Ad arricchire il patrimonio globale dell’ Accademia Pugilistica Valconca è indubbiamente il forte impegno sociale. Ogni anno a Mercatale di Sassocorvaro si organizza la riunione pugilistica dove ogni tipo di introito viene destinato all’associazione “WE FOR ZAMBIA” e lo scorso anno il consigliere della società Pierucci si è recato in Africa per consegnare personalmente il contributo della Valconca.

Naturalmente sono molte altre le iniziative di solidarietà che Maestri e compagni promuovono come molti sono i sogni. Il più intrigante, forse anche il più accessibile, è la creazione di una Biblioteca dello Sport. Il progetto è vicino ad avere una conferma da parte della Provincia di Rimini che vede la possibilità di creare un polo culturale anche per tutti gli altri sport della Vallata ed un punto di incontro per gli sportivi residenti in uno spazio di molte decine di chilometri.

Oggi la Valconca vive attimi di intensa attività sportiva ad ogni livello anche per la capacità della presidentessa Catia Serafini di coniugare pugilato con solidarietà e cultura.