Valconca: là dove la boxe è uno stile di vita

Autore: erika - Categoria: News - Tags: , , , , , ,

Articolo tratto dal mensile Boxering mese di Agosto 2003

Valconca là dove la boxe è uno stile di vita 01.07.2003 

MONTECOLOMBO 01.07.2003. La valle. Un luogo a volte lontano dal nostro quotidiano, dove la natura ancora regna quasi indisturbata, dove spesso i destini, l’anima, dei suoi abitanti sono diversi dagli altri. Cosi è anche l’universo della Valconca (La Vallebruna degli antichi) un lembo di Romagna, terra di confine incastonata tra le colline che da Cattolica si adagiano fino alle porte delle Marche. (….)

Qui il pugilato è attivo, ha guadagnato valori sportivi e umani, a questo sport spesso si è demandato il compito di traghettare il giovane nel continente degli adulti. Sinonimo della “noble art” nella Valle è l’ Accademia Pugilistica Valconca nata nel 1989 presso la parrocchia del Comune di Montecolombo quando due uomini (Don Antonio Fabbri) e Riccardo Maestri scoprirono di avere scopi comuni nell’educazione dei giovani. I risultati furono immediati. Si rivelarono pugili di buon livello Bertuccioli, Amato, Monticelli, Basile, Di Matteo, Zangheri, Foschi fino ad arrivare ad Urbinati oggi ottimo e promettente professionista che sogna di disputare il titolo nazionale dei mediomassimi tra la sua gente. Nel 1994 Don Tonino è destinato ad un importante incarico alla Curia di Rimini e la palestra di Maestri è costretta a cambiare sede.

L’amministrazione comunale assegna alla Valconca uno stabile in località di Osteria Nuova di Montecolombo che è ovviamente da riadattare e da trasformare in luogo ad uso sportivo. Maestri ed i suoi ragazzi si rimboccano le maniche, lavorano di buona lena, fino a fare diventare oggi quel locale un vero punto di riferimento sportivo per tutta la vallata. All’ Accademia Pugilistica Valconca si praticano, potenziamento muscolare, Body building, arti marziali, ginnastica formativa, pre-boxe, soft boxe amatoriale, un microcosmo dove l’ingresso è libero per ogni età.

Ad arricchire il patrimonio globale dell’ Accademia Pugilistica Valconca è indubbiamente il forte impegno sociale. Ogni anno a Mercatale di Sassocorvaro si organizza la riunione pugilistica dove ogni tipo di introito viene destinato all’associazione “WE FOR ZAMBIA” e lo scorso anno il consigliere della società Pierucci si è recato in Africa per consegnare personalmente il contributo della Valconca.

Naturalmente sono molte altre le iniziative di solidarietà che Maestri e compagni promuovono come molti sono i sogni. Il più intrigante, forse anche il più accessibile, è la creazione di una Biblioteca dello Sport. Il progetto è vicino ad avere una conferma da parte della Provincia di Rimini che vede la possibilità di creare un polo culturale anche per tutti gli altri sport della Vallata ed un punto di incontro per gli sportivi residenti in uno spazio di molte decine di chilometri.

Oggi la Valconca vive attimi di intensa attività sportiva ad ogni livello anche per la capacità della presidentessa Catia Serafini di coniugare pugilato con solidarietà e cultura.

Aggiungi un Commento